Pettirosso

Eccoti qui,
fragile uccello,
vestito di quel rosso,
colore del tuo nome.
Posi le zampe
sul poggiolo di casa
luogo disertato da natura
ma per te familiare,
quotidiano,
come le briciole lì posate
dal dondolio di una tovaglia.
Mangi,
con umana calma,
ti fermi,
per un istante,
e ringrazi a modo tuo
chi, generosamente,
ti ciba
e con invidia, poi,
t’osserva nel cielo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...