Campo per destinazione

Campo per destinazione è un libro, di Carlo Martinelli ed edito da edizioni Incontropiede, per chi ama l’altro calcio. Non quello gossipparo, legato prevalentemente alle veline o alle serata in discoteca, ma quello di altri protagonisti. Tra le settanta storie raccontate si trovano curiosità di tutti i tipi: fatti, vicende di calciatori del destino sfortunato sebbene promessi campioni, aneddoti e curiosità che possono arricchire chi, come me, ama questo sport da diversi punti di vista.
La mia storia preferita? Quella di Adriano Bardin! Non perché si scritta in maniera diversa: Carlo Martinelli, in questo libro, è fantastico dalla prima all’ultima lettera. Scelgo Bardin perché ho avuto la fortuna di conoscerlo davvero, lo scorso anno in occasione del Premio Zanella di Calavino, ed ho avuto modo, intervistandolo, di gustarmi la sua semplicissima straordinarietà. Un uomo vero, dico io, da come si presenta, da come parla, da come racconta il suo vissuto arricchito, per altro, da gente del calibro di Trapattoni e Buffon.
Non è vero che il calcio è diventato un sport superficiale: ringraziamo Carlo Martinelli che, con settanta storie racchiuse in 120 piacevolissime pagine, riesce a far capire come ci sia anche molto altro da raccontare.

Pubblicità

Ruba come un artista

Il titolo di questo post non vuole essere un invito o un insulto: è semplicemente la recensione di un libro che si intitola proprio così.
“Ruba come un artista” di Austin Kleon è un libricino piccolo ed agile la cui lettura può avere l’effetto di un costruttivo ceffone di risveglio.  I dieci capitoli del libro, che io definisco “un manuale per il creativo”, hanno dei titoli molto emblematici:
1- ruba come un artista
2- non aspettare di sapere chi sei per cominciare
3- scrivi il libro che vorresti leggere
4- usa le mani
5- hobby e passioni sono importanti
6- il segreto: fai un buon lavoro e condividilo
7- la geografia non la fa più da padrona
8- sii gentile (il mondo è un piccolo paese)
9- sii noioso (è l’unico modo per finire l’opera)
10- la creatività e sottrazione
la cui lettura avrà come esito, quasi al cento per cento, quello di iniziare a farti fare qualcosa di quanto suggerito proprio nel libro.
Ecco perché credo che questo volumetto sia davvero indispensabile da leggere per chi voglia contribuire, con la propria creatività, a migliorare il mondo!